Care uova

Care perché fanno parte dell’immaginario e regalano un’emozione. Più care quest’anno del 24%, nell’accezione economica del termine. Le uova di Pasqua restano un must, tra versioni artistiche e lievitate

 

Diego Crosara per Marchesi 1824.

 

Si può dire che quest’anno la Pasqua sia un po’ più amara. La denuncia giunge dal Codacons, che mette a confronto i prezzi al pubblico delle uova di Pasqua dello scorso anno con quelli attuali e rivela forti rincari. Pesa la crisi del cacao, con quotazioni record a 6mila dollari, a questa si aggiunge il rincaro nell’ultimo anno del +72% per lo zucchero e del 52% per il burro di cacao.
Le uova di fascia più alta per adulti, con cioccolato al latte o fondente, e un peso tra i 320 e i 365 g, arrivano a superare i 18 euro al pezzo; per alcune uova di note marche, i rincari sfondano quota +40%. Il conto è presto fatto: la produzione media di uova di Pasqua nel nostro Paese supera le 31mila tonnellate all’anno, con un giro d’affari stimato in oltre 300 milioni di euro nel 2023; dunque, a parità di acquisti i rincari peseranno per circa 72 milioni di euro sulle tasche dei consumatori.

 

E tutto questo non può che farci venire voglia di uova artigianali, frutto di sperimentazione e tradizione, tra pezzi artistici e classici. Come l’uovo di Andrea Tortora, con guscio glassato, cacao e nocciole del Piemonte e impasto ai tre cioccolati. All’appello il fondente del Madagascar, il cremoso Gianduia del Piemonte e il cioccolato al latte con note di caramello. Tortorella è la sua spalmabile con nocciole e cacao, in sac a poche abbinata al dolce.
Foto Marco Pandolfi

 

LEGGI ANCHE  La Roma che accoglie

 

 

Il Forno Follador di Pordenone reinterpreta invece l’uovo di cioccolato come un lievitato, utilizzando l’impasto della colomba per creare una metà di uovo. Si chiamo L’Ovo, al pistacchio e amarene candite, con glassa di cioccolato bianco al pistacchio e granella di pistacchi; con cioccolato al latte e albicocche Tonde di Costigliole all’interno, e un guscio croccante di cioccolato e mandorle a bastoncino all’esterno.

 

LEGGI ANCHE   Lavoratti 1938 e Gucci Osteria insieme per Pasqua

 

Paolo Griffa, chef e owner del Caffè Nazionale di Aosta, sperimenta e lavora alla texture e al profumo del cioccolato. Dalla sua amicizia con Hilde Soliani nasce TulipChoc, uovo fondente al profumo di  Tuo Tulipano, essenza storica dell’artista, nota per trasformare gli odori in emozioni liquide e che, a proposito di questa fragranza, spiega: “Ero in vacanza sull’isola di Vulcano, mi sono addormentata al sole e ho sognato di camminare in un viale di tulipani rossi e gialli. Il nome è per i fiori visti in sogno ma i sentori sono la rappresentazione della Sicilia. Arancio, mandarino e bergamotto compongono un agrumato dolce che si fissa con l’aroma di pesca”.
Nell’uovo di Griffa il profumo si fonde nel fondente 72% Venezuela ed è disponibile in carta regalo o nella luxury box contenente l’Uovo e un flacone dell’eau de parfum.

 

Audace e profumato anche l’inedito di Martesana a Milano: un uovo al caramello salato e arachidi, che affianca i classici Fondente e Latte, il Bi-gusto, la versione con le nocciole e doppia camicia di cioccolato, il bianco abbinato ai pistacchi.

Con le creazioni del pastry art director Diego Crosara, Marchesi 1824 propone una rappresentazione sognante del mondo bucolico. Accanto alle uova classiche con cioccolato al latte monorigine proveniente dalla Repubblica Dominicana al 46% e fondente monorigine dell’Ecuador al 74%, vi sono quelle con decori in alto-rilievo in ghiaccia reale e pasta di zucchero.
Le pregiate sono ripiene al gusto gianduja, pistacchio, lampone o caramello salato; il mandorlato è al fondente 61% con un interno al latte e gianduia e un mix di mandorle, pistacchi e nocciole.

 

 

Antoniazzi firma le uova artistiche collezione Fabergè, al cioccolato fondente e pasta di zucchero. I suoi Rocher sono declinati al cioccolato bianco al pistacchio con granella di pistacchio pralinata e fondente o latte, il primo con bastoncini di mandorla pralinata, l’altro con granella di nocciola pralinata.

 

Le uova artistiche del pasticciere e gelatiere milanese Enrico Rizzi possono arrivare anche a costare 220 euro. Preziose sono quelle fondenti in foglio d’oro e argento puro. In collezione ritroviamo anche gli abbinamenti lampone e cacao (decorato con fave di cacao tostate), fondente e menta, cioccolato al latte e frutto della passione. Lo Spectrum è realizzato con cioccolato fondente e decorato con una striscia arcobaleno in pasta di zucchero.

Preziose le uova di Vanini della linea Tasting Experience, dall’anima Premium. Perché l’incarto è prodotto con materia prima a ridotta emissione di CO2, che limita l’impatto ambientale del polimero, e perché con il concorso La Pasqua Vanini ti porta a scoprire le bellezze del Sudafrica, il brand mette in palio un’esperienza per due persone.

 

Chocolate surprise egg è uno scrigno ovale di cioccolato fondente che racchiude al suo interno un uovo di cioccolato bianco con una dolce sorpresa: piccole praline ai gusti yuzu, lampone e mandorla. La proposta di Peck Milano.

 

Il cioccolato di Pasqua di Fabrizio Galla si declina nelle versioni al fondente 70% monorigine Santo Domingo e al cioccolato al latte 41%. Vi sono poi i pezzi artistici ispirati ai simboli della Pasqua e le pralinate, accanto alla proposta di ovetti, assortiti nei gusti fondente con cremino croccante, al latte con cremino al pistacchio, cioccolato bianco con pralinato alla nocciola.

 

Grué a Roma punta sul personaggio. La scimmietta dispettosa tiene un oggetto sulla coda e una banana in mano; il coniglio ha un marsupio ripieno di ovetti; il pulcino scicchettoso, abbigliato con cravatta o fiocchetto, è con doppio strato di cioccolato al latte e bianco; infine la pecorella golosona è ricoperta di perle croccanti di cioccolato bianco, al caramello e fondente ripiene di cereali croccanti.

 

E se scegliessimo un cioccolato responsabile che contribuisce allo sviluppo di un settore del cacao equo e sostenibile e alla salvaguardia del pianeta? Certificata B-Corp per la seconda volta questo gennaio, Valrhona partecipa all’iniziativa 1% for the Planet. Attraverso questa iniziativa, la maison dona l’1% del fatturato annuo ricavato da questa gamma ad associazioni ambientaliste impegnate in coltivazione sostenibile del cacao, agroforestazione, riforestazione e miglioramento delle condizioni di vita dei produttori di cacao.
La collezione di primavera prevede coni con ovetti assortiti, un astuccio di piccoli soggetti in cioccolato, il cofanetto con Croustibilles (cereali croccanti ricoperti di cioccolato fondente), Equinoxes (nocciole e mandorle ricoperte di cioccolato al latte o di cioccolato biondo Dulcey) e ovetti con cuore al caramello.

 

Per finire, quest’anno il pesce d’aprile cade il giorno di Pasquetta. Una coincidenza che Evi Polliotto, executive pastry chef di Gerla 1927, celebra con uova di pasqua decorate con pesciolini. Anche le creazioni per i più piccoli richiamano il mondo acquatico, tra balenottere, pesci palla e cavallucci marini.
E non avrà al suo interno cinque cellulari, ma tra i due strati di cioccolato fondente vi è un cremino alle arachidi profumato con una punta di sale, arricchito da croccanti arachidi caramellate: si tratta dell’Uovo Gold, con chiaro riferimento al singolo del cantautore italiano Mahmood.

 

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili