Michele Abbatemarco Best Pastry Chef Japan 2024

Michele Abbatemarco, attivo presso il ristorante est all’interno del Four Seasons Hotel Tokyo at Otemachi, è il nuovo Best Pastry Chef del Giappone 2024

 

La guida Gault&Millau ha annunciato il Best Pastry Chef del Giappone 2024: è Michele Abbatemarco, attivo presso il ristorante est all’interno del Four Seasons Hotel Tokyo at Otemachi.
“Sono onorato di ricevere questo prestigioso premio – ha affermato Michele -. Ringrazio Gault&Millau e tutti i fornitori che ci permettono di lavorare con ingredienti di prima qualità ogni giorno. Il riconoscimento va a tutta la brigata di pasticceria del ristorante, che condivide la mia passione: continueremo a lavorare con impegno per offrire ai nostri ospiti creazioni artistiche capaci di rimanere impresse nella memoria!”.

 

Gerbera di Michele Abbatemarco.

 

 

LEGGI ANCHE  Fabrizio Fiorani è il nuovo Asia’s Best Pastry Chef 2019

LEGGI ANCHE  Nuovo speciale riconoscimento a Fabrizio Fiorani

 

Dal Monferrato a Tokyo

Dalle colline piemontesi del Monferrato, Michele Abbatemarco ha tracciato un percorso “stellare”, con esperienze in molteplici cucine europee e non solo. Classe 1980, la sua passione per il cibo lo accompagna sin da piccolo, “imparando il valore degli ingredienti genuini, grazie a mio nonno che mi portava al mercato, dove conosceva tutti i contadini: assaggiavo e imparavo, educando il mio palato fin da bambino”.
Nelle sue prime esperienze professionali, capisce quanto uno chef possa essere un artista, cogliendo ispirazione da qualsiasi sfumatura attorno a sé. Da qui si interessa alla pittura, alla scultura e all’architettura, per esaltare la bellezza nei suoi piatti, “giocando con forme, colori, strutture e sapori”.
Una volta diplomato alla scuola alberghiera, Michele “incontra e si innamora della pasticceria”, che lo conduce in Costa Azzurra e poi da Lucas Carton (3 stelle Michelin) a Parigi, dove scopre “la massima espressione della gastronomia”, grazie allo chef Alain Senderen. Rientra quindi in Italia, presso la Locanda del Sant’Ufficio (1 stella Michelin), in provincia di Asti, e poi all’Antica Osteria del Ponte (2 stelle Michelin), a Cassinetta Lugagnano, Mi, che ha anche una sede a Tokyo, dove lui approda nel 2005, per poi esprimersi presso la boutique e il ristorante di Michel Troisgros, sempre nella capitale nipponica.

 

Dolci di Michele Abbatemarco

 

 

LEGGI ANCHE  È Giuseppe Amato il migliore pastry chef del mondo

 

La pasticceria di Abbatemarco

Dal 2020 Abbatemarco è il pastry chef dell’est, dove mette in pratica la sua attitudine europea modellata negli anni dalla cultura del Sol Levante, che Michele ha studiato negli ingredienti, nei gesti e nei rituali, concependo ricette molto personali: “Amo rispettare le stagioni e i colori che le rappresentano. Desidero che i miei piatti siano leggeri e bilanciati, trovando la bellezza nelle materie prime che scopro nelle visite ai nostri fornitori, come il wasanbon (un tipo di zucchero), il gyuhi (pasta di riso) e il kanten (gelatina di alghe). Per non parlare della miriade di frutti, che riflettono le 72 micro-stagioni in Giappone”.
Nel ristorante del Four Seasons Hotel Tokyo at Otemachi, il dessert è connesso al menu salato: Michele lavora in sintonia con lo chef Guillaume Bracaval, condividendo idee e sviluppo delle ricette. “In Tokyo siamo un punto di riferimento gastronomico, dove tutto avviene in armonia, così come la degustazione dei menu”. E ogni piatto ha un approccio ecosostenibile, per minimizzare gli sprechi. Il 95% degli ingredienti è di origine locale e nazionale.

La guida Gault&Millau ha annunciato il Best Pastry Chef del Giappone 2024: è Michele Abbatemarco. Foto Gault&Millau Japan.

I dessert concepiti dal Best Pastry Chef del Giappone sono come miniature d’arte, in cui ogni dettaglio viene curato con precisione: “I sapori sono come poemi che parlano al nostro palato. Come per l’arte, dobbiamo vivere emozioni con i piatti. Se questa emozione diventa memoria, allora significa è il mio lavoro è compiuto!”, dichiara il pastry chef, vero innamorato dell’arte, al punto che, in maggio, collaborerà con la celebre artista Saki Tanaka: “Breath” e “Rhythm”, ovvero i tempi centrali delle opere di Tanaka, verranno resi edibili grazie all’estro di Abbatemarco.

L.C.

 

Illustrazione di Saki Tanaka (sakitales.com).

 

 

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili