Vetrinisti & Visual dal Ministero dell’Industria a Sigep

Un percorso che porta in luoghi iconici il talento e il know how dell’Associazione Vetrinisti & Visual Europei, compreso il Sigep, grazie a Maria Teresa Pelosi e Chiriotti Editori

Alessandro Faruffini, Antonella Berardi, Maria Teresa Pelosi, Francesco Lenoci e Stefania Picchi.

Tra il presidente Giuseppe Marco Pasquarella, i soci dell’Associazione Vetrinisti & Visual Europei e gli ospiti prestigiosi non si sono ancora spenti gli echi dell’evento svoltosi a Roma a inizio novembre, nel prestigioso Palazzo Piacentini, sede del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, che già si guarda al 2024, a Sigep di gennaio e al Salone del Mobile. Sono infatti molti i progetti per il nuovo anno e uno in particolare ci riguarda da vicino.
“Stiamo preparando una grande sorpresa in vista del Sigep nello stand di Chiriotti Editori”: esordisce così Maria Teresa Pelosi, componente del direttivo e responsabile nazionale eventi nazionali ed esteri del settore food e non food per l’Associazione, oltreché scenografa di interni ed esperta di packaging creativo e nostra collaboratrice da anni con la rubrica Visual Marketing. “Insieme al presidente Pasquarella e ad altri preparati colleghi intendiamo dare ampia valorizzazione e un contributo ulteriore al settore della pasticceria per cui molto ci impegniamo”. A questo annuncio fa seguito quello del presidente: “Con la nostra scenografa guardiamo oltre l’inizio dell’anno, puntiamo al Fuori Salone del Mobile di Milano, nell’ambito della Design Week (16-21 aprile), con un evento che moda, design e pasticceria”.

LEGGI ANCHE Le anticipazioni delle tendenze autunnali e del mood di Natale

GUARDA L’EXTRA Freschezza, eleganza e trasparenza

 

Concetti importanti, parterre prestigioso a Roma

L’importanza dell’evento si era colta già dalla scelta della sede istituzionale dell’evento e la consapevolezza dell’importanza del mestiere e della sapienza artigianale del vetrinista applicata a tutti gli ambiti dell’ attività commerciale sono emersi ancora più forte nei vari interventi di associati, ospiti e rappresentanti ministeriali che hanno sottolineato la figura professionale del visual e vetrinista che interpreta con creatività ed efficacia i differenti ambiti del Made in Italy così universalmente apprezzato. In questo contesto, riportiamo due citazioni. La prima in un passaggio del discorso di Maria Teresa Pelosi, che ha dedicato il premio ricevuto al comparto della pasticceria a cui lavora da decenni con passione e talento, in cui ha citato la collaborazione con Chiriotti Editori e la sua presenza con il capitolo “La Bellezza aiuta” nel libro “I dieci comandamenti per l’impresa alimentare” a cura di Filippo Scarponi: “come dimostra l’esperienza di ogni commerciante, il prodotto si vende attraverso il coinvolgimento vetrinistico… La vetrina è insieme arte visiva, visual e attività di comunicazione, un media”. La seconda fa parte dell’intervento di Francesco Lenoci, docente di Metodologie e determinazioni quantitative d’azienda all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, che ha ripreso una frase del capo di Gabinetto Federico Eichberg, in cui ha fatto l’elogio della bellezza, perché “La bellezza resta e il vetrinista è colui che è capace di spalancare la porta dei desideri… Perché la vetrina è psicologia, è come la figura mitologica della sirena che attira i naviganti e termina il suo compito quanto il passante entra in negozio (dal libro di Giuseppe Marco Pasquarella “La Vetrina, la mia Arte”, Giacovelli Editore) è teatro, economia, cultura…”.

ACQUISTA IL LIBRO I dieci comandamenti per l’impresa alimentare

 

Premi e riconoscimenti

Ugualmente coinvolgente la parte dedicata alle premiazioni alle migliori vetrine, condotta dalla responsabile commissione artistica Valentina Gasperini, e alle migliori scuole vetrinistiche, tra cui MC Informazioni di Monica Cavicchioli, PGM Studio Vetrinistica di Giuseppe Marco Pasquarella Petacciato, Intersystem Group Academy di Stefania Picchi Roma e Visual Retail Academy di Valentina Gasperini Barbiano di Cotignola. E, per il nostro settore, riconoscimento a Fantasia Carta Colore, scuola di formazione di Maria Teresa Pelosi a Milano. È spettato quindi al presidente consegnare al Ministro Adolfo Urso, titolare del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, una targa di ringraziamento per l’ospitalità e l’attenzione riservata all’evento, e dare seguito alle premiazioni con le benemerenze istituzionali, tra cui quelle a Federico Eichberg, alla vice capo Elena Lorenzini e ad Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni.

Emanuela Balestrino

Maria Teresa Pelosi e il prof. Alessandro Faruffini

 

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili