I “preferiti” di Re Panettone 2023

Proclamati i vincitori del concorso organizzato nel contesto della manifestazione milanese dedicata al lievitato di Natale

 

 Si è conclusa domenica 3 dicembre la 16ª edizione di Re Panettone, manifestazione dedicata al dolce di Natale per antonomasia, organizzata dal 2008 da Stanislao Porzio. Contestualmente all’evento, allestito nel Parco Esposizioni di Novegro (alle porte di Milano), si è tenuto il concorso Premio Re Panettone 2023, finalizzato a decretare il migliore Panettone e il migliore Lievitato innovativo tra più di 20 concorrenti per ciascuna delle due categorie in gara.

LEGGI ANCHE  I numeri e i vincitori di Re Panettone 2022

La regola da rispettare era l’impiego di lievito madre e di ingredienti naturali, senza il ricorso a semilavorati né ad aromi e additivi di sintesi, un paletto che l’organizzatore impone da sempre per tutelare l’artigianalità dei prodotti. Quest’anno, per la prima volta, ha votato anche una giuria popolare, oltre alle giurie tecniche (una per ciascuna categoria), composte da pasticcieri, chef e giornalisti di settore (tra cui le nostre Emanuela Balestrino e Rossella Contato).

 

Ecco i risultati

La pasticceria Roberto Pastry & Bakery di Chiavenna (Sondrio) ha sbancato il botteghino, svettando al primo posto per entrambi i lievitati sulla base delle valutazioni di entrambe le giurie. Il suo prodotto innovativo, denominato Panettone chiavennasco, era ispirato alla torta Fioretto, tipica della zona, caratterizzata dalla presenza di fiori di finocchio selvatico. Anche la pasticceria Cappiello di S. Maria Capua Vetere (Caserta) si è distinta vincendo, in base ai giudizi tecnici, il secondo posto sia per il panettone tradizionale che per l’innovativo Melurca (con mela annurca, caramello, zucchero di canna e farina integrale), confermato al secondo posto anche dalla giuria popolare, la quale ha invece assegnato il terzo premio al panettone tradizionale di questo concorrente. La pasticceria Mille Dolcezze (Frattamaggiore, Napoli) ha ricevuto il secondo premio dalla popolare giuria e il terzo da quella tecnica per il Panettone tradizionale. Infine, il terzo premio Lievitato innovativo è stato assegnato, dalla giuria tecnica, ex-aequo alle pasticcerie Bruno Sicilian Finest Tastes di Ispica (Ragusa), con Pistarino (cremini di pistacchio e canditi di mandarino) e Ascolese di S. Valentino Torio (Salerno), con CioccoBabà (cubetti di cioccolato fondente e rum), mentre dalla giuria popolare a Da Slama di Ischia, che ha concorso con Wonka (cioccolato fondente e al latte e pasta di nocciola).
Oltre alle pasticcerie partecipanti con i panettoni – in veste tradizionale e innovativa, sia dolci che salati (un trend, quest’ultimo, in crescita) – alla mostra-mercato Re Panettone 2023 era presente anche Paart, Movimento per la Pasticceria d’Arte Ente del Terzo Settore (associazione per la salvaguardia del bagaglio di conoscenze e pratiche di pasticceria tradizionale), con dolci a basso tenore di zuccheri che hanno superato il test sensoriale predisposto dalla Cattedra UNESCO di Napoli Università Federico II, Educazione alla salute e allo sviluppo sostenibile.

LEGGI ANCHE Ai blocchi di partenza Re Panettone

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili