Son tutte belle le mamme del mondo

Due le costanti di dolcezza per la festa della mamma, cuori e fiori. E voi quale scegliete?

 

Novità in arrivo per la festa della mamma dal laboratorio di pasticceria artigianale dello chef Antonino Cannavacciuolo. La sua collezione contempla un esotico Cuore di cremino al cocco e passion fruit, con cioccolato fondente e bianco, e un’elegante confezione di dragées lampone e fragola, nocciole avvolte da una copertura al burro di cacao, lamponi e fragole. E, per iniziare la giornata con la giusta dose di dolcezza, idea la Crema spalmabile nocciole e cacao.
Spazio anche a cuoricini di cioccolato, con tre ripieni: passion fruit e pepe di Timut, lampone e rosa, e caramello salato. Il tutto disponibile online.

 

 

Ernst Knam omaggia le mamme con L’Albero cuore, in fondente con una sfera decorata con cuori in marzapane, cioccolato e confetti rossi farciti con dragées di mandorle speziate. A forma di cuore le praline, con camicia fondente e ripieno di caramello salato e gelée allo yuzu, i lecca lecca in fondente bicolor, e i Biscotti della mamma, in pasta frolla al lampone.
La signature Cuore si declina nella torta Afrika (nella nuance rosso scuro), base marquise, mousse al fondente e inserto di gelée al lampone con lamponi in pezzi, nella bianca pollockata di rosso scuro con pan di Spagna, mousse cioccolato bianco e lime, gelèe al lampone, lamponi in pezzi e scorza di lime; infine la Rainbow, una sei strati di pan di Spagna di gusti differenti, alternati a mousse di mascarpone, yogurt e vaniglia.

 

 

E anche Alessandra Mion, ovvero Frau Knam, conferma il cuore declinato in tartelletta, torta e crostata. La prima ha una base di pasta frolla (a forma di cuore appunto), con crema pasticcera e fragoline di bosco; il cake è un pan di Spagna spennellato con succo di fragole, mousse cocco e lime, inserto gelèe di fragole e lime, decorato con fragole, fragoline di bosco e cuoricini in cioccolato rosso. La crostata è alla crema pasticcera e fragoline di bosco.
Alle praline (pistacchio e sale di Maldon, vaniglia Tahiti e confettura di amarena) affianca Viva La Mamma, altro cuore, questa volta di croccante al gianduia ricoperto di cioccolato fondente, decorato con una scritta in ghiaccia reale bianca e piccole margherite in pasta di zucchero.

 

 

Piccoli boccioli di rosa e foglioline che sprigionano i colori della primavera sono le decorazioni (a mano) che impreziosiscono i biscotti della pasticceria Marchesi 1824, a Milano. Lo stesso cuore rifinisce torta e monoporzione dedicate alla mamma. Una ricetta in che fonde insieme la cremosità di una bavarese al lampone con la dolcezza di un gelèe alle fragole, su un croccante base di pasta frolla. Il tutto ricoperto da una glassa lucida rosa.
E sono in nuance bianco e rosa, anche le piccole meringhe, alla vaniglia e aromatizzate al lampone, proposte in una confezione in latta.

 

 

Cuore con Rose è una delicata mousse ai lamponi profumata ai petali di rosa, con inserto fruttato; la versione Trendy Senza è una due strati di pasta frolla di farina di riso e mais con crema chantilly senza lattosio e frutta di sottobosco. Sono queste alcune delle offerte delle boutique, dei cafè e ristoranti in Ticino Al Porto, insieme all’elegante confezione a forma di cuore con selezione di truffes Al Porto al Rum, Grand Marnier e Marc de Champagne.

 

L’ispirazione viene dai fiori

Nella sua bakery di Soho, sulla Spring Street, e al Flatiron District al 17 East 27th Street, Dominique Ansel propone la sua ultima creazione: dacquoise al cocco, composta di lamponi, crema chantilly alla rosa, vaniglia e cocco grattugiato, guarnita con petali di cioccolato bianco e, al centro, lamponi freschi ripieni ognuno di confettura di lamponi fatta in casa. Una torta, quest’ultima, proposta anche in versione senza glutine.

Le dolci sorprese comprendono anche gli iconici DKA, abbreviazione di Dominique’s Kouign Amann, piccoli dolcetti simili a croissant caramellati, croccanti all’esterno e friabili all’interno. Mentre con i cookie shots si può brindare. Questi morbidi biscotti con gocce di cioccolato a forma di bicchierino vengono serviti con latte freddo alla vaniglia del Madagascar e venduti anche in set da farcire a casa.

 

Da Singapore, Janice Wong attinge all’immaginazione per ‘interagire’ con il cioccolato. Quest’anno presenta bon bon tulipani dipinti a mano, assortiti in una limited edition a 3 gusti: il balsamico alla fragola, lavanda e yogurt al lampone.
La Special moments cake riproduce un fiore simile alle ninfee, in una morbida composizione di mousse di timo limone e litchi, composta di litchi e mirtilli, sponge alla vaniglia, semifreddo al cioccolato bianco e crumble al cioccolato.
E, per restare in tema, ha appena attivato brevi workshop (per 1 o 2 persone), durante i quali cimentarsi nella realizzazione di 5 cioccolatini con tanto di biglietto di auguri.

 

 

Jean-Marie Auboine Chocolatier, al 4780 West Harmon Ave Suite di Las Vegas, si ispira a fiori e pietre preziose per una signature mother’s day di 20 cioccolatini artigianali, fondenti, al latte e bianchi. Ma è la versione del dolcetto preferito d’America, la Lion bar, a farla da padrone: si tratta di una barretta con un primo strato di Rice Krispy Treat, un caramello salato marino e un pralinato alla nocciola, il tutto con copertura al latte.

Mammayo è la proposta di Peck Milano al gusto di yogurt e cremoso al cioccolato. All’interno cela un savoiardo, sempre allo yogurt, abbinato a cioccolato Equatoriale e gelatina all’amarena, e perle croccanti al cioccolato bianco. La torta, disponibile anche in formato monoporzione, è decorata con un fiore in cioccolato bianco.

 

 

La tavoletta Per Te di Charlotte Dusart riproduce un fiore rosa e giallo lungo 15 cm, in cui ogni petalo nasconde un ripieno differente: yuzu e pralinato artigianale nocciola; pralinato al pistacchio; lampone; amarene e cremino di arachidi; dulce de leche e cremino al cocco e, infine, pralinato al rosmarino.
La specialità è una Cocktail Collection, 8 praline da collezione, al gusto alcolico, proposte in scatola con patatine di cioccolato al latte.
Foto Carlo Casella

 

 

 

 

E sembra un fiore, con un cuore di lamponi e fragole, anche la Torta Lucy di Bombè, a Parma, un cake alla vaniglia con cremoso montato al lampone, mousse al cioccolato bianco, ganache montata alla vaniglia e gelatina di lampone.

 

 

Infine, ecco l’idea di Walter Musco, dell’omonima pasticceria romana. Perché non anticipare il senso di libertà vacanziera, con una fresca monoporzione? Si chiama Marie Curie, rifacendosi al Nobel per le ricerche sulla radioattività, la sua ultima composizione: biscuit con eclàt e cremoso al lime, gelée di pesca e lime, panna cotta chantilly alla pesca.

 

 

 

 

Articolo precedente
Articolo successivo

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili