Semi, una pietra per una lingua

Fra design e cibo, la personale di Flora Deborah, a cura di Sabino Maria Frassà, inaugura al Gaggenau DesignElementi di Roma

 

Lingue in cioccolato.

Prende vita, al Gaggenau DesignElementi di Roma, la monografica dell’artista franco-israeliana Flora Deborah, a cura di Sabino Maria Frassà, “Semi”, un’esperienza performativa oltre che installativa. Al museo del Lungotevere de’ Cenci, che ha già ospitato l’opera FIAT LUX di Fulvio Morella, realizzata in collaborazione con il cioccolatiere Guido Castagna, torna un progetto di inclusione artistica, tra design e cibo.
Prima dell’apertura della mostra, in collaborazione con lo chef Aleandro PolentiFrancesca Straffi e Monica Cau, gli ospiti hanno donato una pietra portata da casa, intraprendendo un viaggio tra racconti, opere in ceramica e in cioccolato (realizzate con cacao Zabuye dall’artista e dallo chef), cibo e riti raccontati in giudaico spagnolo (parlato dalla nonna dell’artista).

 

Da una videoinstallazione in cui scava e assembla la terra del kibbutz (in cui i genitori si sono incontrati), passando per i calchi della propria lingua e di quelle dei membri della sua famiglia, fino ad arrivare ai piatti e le piastrelle più recenti in cui personaggi onirici si passano delle coppe, l’artista “riflette su come non siano (solo) i luoghi a determinare chi siamo, bensì il linguaggio che impieghiamo per parlare e pensare. Può il lessico di ciascuno di noi essere seme e frutto dei linguaggi di chi ci vive intorno, e quali sono i confini di questo lessico famigliare?”, spiega il curatore.
“Se la lingua che parliamo determina il nostro pensiero, quello che mangiamo viene ‘selezionato’ dalla lingua. La lingua è il ponte tra la nostra emotività, le interiora, la parte più intima e il mondo esterno. È un organo che plasma tutto il nostro essere. Per capire chi siamo, va studiato”, spiega Flora Deborah che coinvolge gli spettatori in “uno scambio”, come è accaduto in showroom per i partecipanti che hanno assaporato il calco della sua lingua realizzato in cioccolato, a simbolo del nascere di un nuovo lessico comune, con cui vedere e raccontare insieme un mondo nuovo.

Piatto FLORA, dedicato all’artista dallo chef Aleandro Polenti.

 

‘Semi’
personale di Flora Deborah a cura di Sabino Maria Frassà
dal 9 maggio al 31 ottobre 2022 al Gaggenau DesignElementi di Roma
Promossa da Gaggenau, Cramum, DesignElementi
Foto ©Francesca Piovesan, Courtesy l’artista, Cramum e Gaggenau
www.gaggenau.com/it/experience/inspiration/progetto-arte/flora-deborah

Menù Cioccolato

SCARICA LA RIVISTA GRATUITA

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili