The World’s 50 Best Restaurants premia i Champions of Change 

Chefs in Africa, Dignity Kitchen e Cook For Ukraine sono i tre progetti vincitori di Champions of Change 2022. Premiati Dieuveil Malonga, Koh Seng Choon, e Olia Hercules e Alissa Timoshkina.

 

 

 

Sono quattro gli chef ideatori e portavoce di un messaggio di inclusione e sociale per il settore gastronomico, artefici e anime dei tre progetti di cucina premiati all’ultima edizione di Champions of Change dei World’s 50 Best Restaurants. Tre iniziative con cui vogliono offrire un cambiamento e, in maniera sostanziale, aiutare gli altri.
Loro sono Dieuveil MalongaKoh Seng Choon, e Olia Hercules e Alissa Timoshkina, fondatori di Chefs in Africa, DignityKitchen #CookForUkraine. Con le loro idee e il loro impegno, contribuiscono a creare un impatto positivo per le comunità di riferimento, rendendo il settore dell’ospitalità più inclusivo e innovativo. Il premio a loro conferito, in attesa dei 50 Best Restaurants del prossimo luglio, si inserisce nei 50 Best for Recovery e vuole portare alla ribalta e riconoscere la determinazione e la passione che gli chef dimostrano nel creare cambiamenti significativi”, come spiega William Drew, director of content per i 50 Best Restaurants.

Chefs in Africa

Malonga, nato in Congo e vissuto anche in Germania e a Marsiglia, tocca ben 38 dei 54 Stati africani e apre il suo ristorante Meza Malonga di Kigali, in Ruanda, nel 2020, con l’intento di riaffermare il lato gourmet della cucina africana, in un dialogo tra sapori del suo Paese e la cucina occidentale. Chefs in Africa prende vita nel 2016 come piattaforma digitale (con oltre 4.000 soci) che supporta i cuochi africani nell’affrontare difficoltà come la mancanza di formazione, l’assenza di impiego e attrezzature o la stessa discriminazione, mettendoli in contatto con istituzioni governative, centri di formazione e aziende, rivolgendosi al contempo sia a professionisti che giovani studenti e apprendisti. Lo stesso chef forma ogni anno 10 giovani, offrendo loro borse di studio e corsi di inglese, e per il 2023 desidera trasferire il suo ristorante da Kigali a Musanze, sempre in Ruanda, dove lavora con gli agricoltori locali a colture e ingredienti sostenibili. La donazione di Champions of Change sosterrà tutti i suoi progetti, compreso quello di estendere il suo annuale programma di formazione gastronomica a 15 giovani cuochi.

DignityKitchen

Koh Seng Choon, dopo aver studiato ingegneria e amministrazione aziendale nel Regno Unito e dopo aver fondato una società di consulenza gestionale al suo ritorno a Singapore, nel 2010 dà vita al primo centro di ristorazione collettivo in Asia gestito da persone con disabilità, Dignity Kitchen, presente a Singapore e Hong Kong. La sua è una scuola tutti gli effetti, in cui si insegna a persone disabili il mestiere del commercio ambulante e che fa parte di Project Dignity, una serie di iniziative Dignity per madri e bambini disabili e per garantire la sicurezza alimentare alle persone svantaggiate.

#CookForUkraine

Le amiche Hercules e Timoshkina lanciano a Londra #CookForUkraine in risposta alla guerra in Ucraina, dove Olia Hercules è nata. La prima studia all’università nel Regno Unito, lascia il suo lavoro di reporter per la carriera nel settore culinario e pubblica anche un libro di ricette di famiglia la prima; food writer di origini russe, anche lei chef, insegnante di cucina e curatrice di eventi, l’altra, nel Regno Unito studia storia del cinema, prima di fondare un supper club a tema cinematografico. “Mentre speriamo con tutto il cuore che la guerra finisca presto, il nostro lavoro di sensibilizzazione sulla cultura gastronomica ucraina e a sostegno alle persone colpite dal conflitto continuerà nel tempo. Questo premio è un primo passo importante verso la creazione di una nuova fondazione”, anticipano.

www.theworlds50best.com/

Menù Cucina

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili