Pasqua all’insegna della cultura e della beneficenza

Gay-Odin offre una visita al museo di Sant’Anna dei Lombardi di Napoli e devolve parte dei ricavati a Genitori Insieme Onlus. Pasticceria Bonci contribuisce alla ricerca sul cancro al seno. A San Patrignano la preparazione delle colombe è momento di formazione e crescita.

 

 

Le colombe della Fabbrica del Cioccolato Gay-Odin contengono un biglietto omaggio per visitare il Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi di Napoli. Una sorpresa che unisce il piacere della conoscenza al buono del cioccolato. Tra i lievitati spicca la Colomba con gocce e crema di Cioccolato Foresta, un impasto caratterizzato da un’alveolatura sviluppata e pepite di cioccolato Foresta. Spazio a fondente e sbuffi di cacao lavorati a mano per le coperture.
Di gusti e pezzature diverse sono le uova: dalle Ovette Stagnolate (bocconcini di cacao al gianduia al latte, fondente e gianduia con cereali) alle uova nocciolate o mandorlate ricoperte di granella, dall’uovo fondente rifinito con pistacchio di Sicilia e quello al latte con granella di noci di Sorrento, all’Uovo al Caramello di cioccolato ambrato. E ancora quello extrafondente con fave di cacao tostate, fondente al peperoncino e l’Uovo Foresta.
I prodotti sono anche in vendita sui canali dei Genitori Insieme Onlus, associazione che opera all’interno del dipartimento di Oncoematologia pediatrica Pausilipon di Napoli.

www.gay-odin.it

 

E con la novità Bria Colomba Rosae anche la Pasticceria Bonci pensa al sociale. Con questo lievitato, arricchito da gocce di cioccolato bianco e fragole candite e bagna di Rosolio di Rosa, porta avanti l’iniziativa avviata lo scorso ottobre per donare parte del ricavato all’associazione Susan G. Komen Italia, impegnata nella ricerca e nella lotta dei tumori al seno.

 

A San Patrignano, la comunità di recupero per tossicodipendenti, la preparazione delle colombe è momento di formazione e di crescita personale. All’interno del laboratorio di panificazione dello Squisito Food Lab, sono 72 i ragazzi impegnati, con Fabio Grassi che dà tutte le indicazioni da seguire. I ragazzi seguono il primo impasto e la guarnizione delle colombe con glassa, mandorle pizzute di Sicilia e granella di zucchero. “Poi pian piano ci affiancano anche nei passaggi così che possiamo tramandargli le nozioni necessarie per gli anni a venire”. Per la colomba made in Sanpa l’ingrediente è il lievito madre (che ha 14 anni): si procede con doppia lievitazione di 24 ore e in ricetta vi sono farina 100% italiana, burro e uova, nessun conservante, arance biologiche di Ribera candite nei laboratori della comunità, miele e baccelli di vaniglia.
“Qui ho riscoperto la passione per la panificazione, non così distante dal mio precedente lavoro, ma ho anche ritrovato valori come quello dell’amicizia, in cui non credevo più, e superato alcune mie insicurezze”, racconta Fabio, entrato a San Patrignano da pizzaiolo e che uscirà anche con la qualifica di fornaio.
La colomba è in tre formati ed è acquistabile online

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili