Se frutta secca e farina di castagne diventano Desideri

Nascono i biscotti ispirati all’ultimo re dei Longobardi Desiderio: una ricetta del passato ad alto valore energetico che celebra il decennale del riconoscimento Unesco del sito seriale “Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)” ed anticipa Brescia e Bergamo capitali italiane della Cultura del 2023  

 
 
Fonti documentali rivelano che per i loro dolci i Longobardi utilizzavano castagne, noci e nocciole, perché importanti fonti di energia. Per celebrare il Decennale del riconoscimento Unesco del sito seriale “Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)”, l’Associazione Colli dei Longobardi Strada del Vino e dei Sapori propone una ricetta ispirata alle abitudini alimentari di un tempo. Arriva il patrocinio dell’Associazione Italia Langobardorum e il sostegno anche da parte dell’Ufficio Unesco del Comune di Brescia e della Fondazione Brescia Musei. Omaggio all’ultimo re dei Longobardi Desiderio, ne prendono il nome e, come allora, con farina di castagne contengono burro, uova, zucchero e aromi. Desiderio è declinato al plurale per creare una finzione narrativa nella quale i biscotti vengono donati dal re alla sua sposa, come raffigurato anche nell’illustrazione dell’artista Levente Tani. E il racconto, insieme alla riproduzione, è sui cartoncini che li accompagnano.
Da gennaio tutte le pasticcerie bresciane, con quelle della provincia aderenti al Consorzio Pasticcieri Artigiani di Brescia, proporranno i biscotti, con l’obiettivo di esportarli anche nelle altre sei località italiane dell’ex regno longobardo e che oggi fanno parte del sito seriale, da nord a sud, oltre l’area monumentale con il Monastero di San Salvatore – Santa Giulia a Brescia, l’area della Gastaldaga e il complesso episcopale a Cividale del Friuli, il Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG), il Castrum con la Torre di Torba e la Chiesa di Santa Maria Foris Portas a Torba e a Castelseprio (VA), la Basilica di San Salvatore a Spoleto (PG), il Tempietto del Clitunno a Campello sul Clitunno (PG) e il Complesso di Santa Sofia a Benevento.
 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili