Spaghetti al pomodoro in versione dessert per il World Pasta Day

Lo chef Valerio Braschi trasforma gli spaghetti al pomodoro in un piatto dolce. Ricetta che esalta la versatilità del prodotto e apre a nuove possibilità di utilizzo

 
Dei 25 kg di pasta mangiati in media nel nostro Paese, si sa che il comune denominatore delle ricette è l’essere salata e servita come primo piatto. Per il World Pasta Day, lo chef Valerio Braschi, in collaborazione con Wmf, usa gli stessi ingredienti di un grande classico come gli spaghetti al pomodoro e sovverte nella preparazione, con l’aggiunta di alcuni dettagli, fino a trasformarlo in un fine pasto dolce. La pasta cuoce in acqua dolce, il pomodoro è caramellato e il basilico è in versione gelato, con il tocco del cocco rapé al posto del formaggio. 
La ricetta
per 4 persone
240 g spaghetti
1 kg pomodorini datterini
zucchero di canna qb
500 ml latte
100 g basilico
50 ml panna
50 g zucchero semolato
1 g neutro per gelati
cocco rapé qb
polvere di pomodoro qb


Tagliare i pomodorini a metà e cospargerli con abbondante zucchero di canna, infornarli a 180°C per 15 minuti, e poi frullarli.
Cuocere gli spaghetti in acqua bollente, scolarli, raffreddarli e condirli con salsa di pomodoro dolce.
Frullare il latte con zucchero semolato, panna e neutro per gelati, scaldare a 80°C. Sbianchire il basilico in acqua bollente, raffreddarlo in acqua e ghiaccio e frullarlo fino a che non si ottiene una crema verde brillante. Aggiungere la crema di basilico al composto di latte, zucchero, panna e neutro, frullare e raffreddare. Montare il gelato in gelatiera.

Montaggio
Impiattare gli spaghetti con una spolverata di cocco rapé tostato e, di fianco, adagiare una quenelle di gelato al basilico sopra a un cucchiaino di polvere di pomodoro.

Menù Cucina

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili