All’essenza della concezione

Gioia, sorpresa e rigore sono tre caratteristiche che raccontano Paolo Griffa e il suo modo di operare in un gioco molto serio fra cucina e sala.
Con tanta ricerca su profumi e frutti della terra, che lo si può evincere nelle sue creatività, delle quali qui di seguito vi riportiamo un bel reportage di foto non pubblicate nell’articolo apparso sulla rivista di ottobre.

 

Articolo precedenteIl colore verde del grano
Articolo successivoDall’esagono per lo stivale

Articoli simili