Poppilly – I love Sorrento il nuovo dolce targato Ciro Poppella

Si chiama Poppilly – I love Sorrento il nuovo dolce realizzato dal pasticciere Ciro Poppella: è uno scrigno di crema leggera di latte, con inserto di gelé e biscotto sablé al caffè, glassato al cioccolato ed aromatizzato al caffè.

 


La novità è stata presentata a Sorrento, in occasione dell’inaugurazione della 1ª edizione del SorrentoGnocchiDay, svoltosi all’incantevole Terrazza delle Sirene del Circolo dei Forestieri. Durante la serata alcuni degli chef aderenti all’iniziativa, proseguita fino al 10 ottobre, coinvolgendo 64 ristoratori, in Italia e nel mondo, hanno preparato lo gnocco nella loro interpretazione, riscuotendo curiosità ed apprezzamento dai tanti presenti.
Per scegliere il nome della sua creazione, Poppella aveva lanciato on line un naming contest. Di proposte ne sono arrivate tante e alla fine l’ha spuntata Poppilly, che rappresenta una crasi del nome del pasticciere e la marca di caffè utilizzata per realizzarlo, illy, con l’aggiunta di I love Sorrento, a sancire il tributo riservato alla perla della Penisola. Entusiasta per il riscontro ottenuto al lancio del dolce, il professionista napoletano ci ha raccontato qualche dettaglio in più.

 

 

Come nasce l’idea del dolce?
Da tante idee messe insieme e dalla voglia di offrire alla clientela un nuovo dolce. Ho sposato il gusto e la fragranza del caffè illy, elaborando una gelé di caffè interno al dolce, abbracciato da una crema di latte un po’ più leggera del mio Fiocco di Neve. All’esterno una glassatura di cioccolato completa il tutto. Chi l’ha degustato ha dato un giudizio positivo e ne sono contento, ma credo che sia anche l’aria stupenda di Sorrento che rende tutto più bello e buono. Spero che sia un altro mio dolce che andrà lontano e conquisterà il gusto del pubblico!

Ed infatti il suo legame con Sorrento si evince anche dalla forma data, ovvero quella dello gnocco che gastronomicamente la rappresenta.
Sì, è una mezza sfera che si rifà a questa pietanza. Non l’ho chiamato però gnocco, il nome l’ho lasciato scegliere al pubblico che si è sbizzarrito con le proposte. È un dolce fresco che può essere mangiato in tutte le stagioni dell’anno.

Perché assaggiare questa novità?
Per provare la gelé di caffè: è davvero buona!

Prima ha citato il dolce Fiocco di Neve, pasticcino cha ha avuto grande successo e le ha dato popolarità. Se lo aspettava?
No affatto, devo dire che però il successo di questo dolce è opera dei bambini. A loro è piaciuto tanto ed hanno costretto i genitori a venire nei miei locali per assaggiarlo e da lì poi è diventato amato. È stato un dono di Dio per me!

Per le festività ha già qualcosa in mente?
Di idee e progetti ne ho tanti, ma siccome ogni volta che creo qualcosa, per fortuna, c’è tanto lavoro e tante attività da fare in laboratorio, i miei collaboratori mi chiedono ogni tanto di fermarmi, perché non riuscirebbero a seguirle tutte! Hanno ragione e, siccome sono bravissimi, rispetto anche le loro esigenze ed ogni tanto mi fermo!

Per assaggiare il nuovo dolce del mago dei Fiocchi di Neve, basta recarsi in una delle sue tre pasticcerie napoletane.

Simona Buonaura
www.pasticceriapoppella.com/

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili