Rilancio ed eco-sostenibilità al centro di Sirha 2021

Una programmazione all’insegna del rilancio, dell’economia responsabile e della creatività

 

Il Sirha (a Lione dal 23 al 27 settembre) formula la nuova edizione con un programma di master e tavole rotonde aggiornate alle nuove e vecchie consolidate tendenze post-Covid, puntando al rilancio creativo e sostenibile.
Il 23 settembre, Sirha Green Agora presenterà 7 masterclass dedicate al sourcing di prodotti locali e di stagione, coinvolgendo noti chef come Morgane Raimbaud, Cyril Attrazic e Maxime Dubois, in coppia con i produttori. Il 25 si terranno tre tavole rotonde dedicate alle professioni di sala in relazione all’evoluzione della ristorazione, parlando anche di RSI, nuovi codici di servizio e diversificazione dell’offerta. Il World Burger Contest del 24 metterà invece in rilievo la provenienza e la qualità dei prodotti selezionati per ridurre lo spreco alimentare, mentre le tavole rotonde per i professionisti della panetteria e pasticceria verteranno sui temi del riutilizzo dei prodotti invenduti, degli insegnamenti tratti dalla crisi pandemica e della certificazione Boulanger de France. Il concorso L’Écaille d’Or & Golden Fish sarà sul tema piatti da asporto.

 

Il coraggio e il cambiamento come fonti di ispirazione 

Con la vocazione di ispirare i professionisti e proporre esperienze stimolanti ai visitatori, quest’anno il Sirha promuove la creatività dell’innovazione anche nel segno dell’interpretazione dal mondo vegetale.
All’entrata del salone, l’esposizione Chefs Revolution(s) ripercorrerà 100 anni di storia della cucina attraverso oggetti rari, foto documentarie e cronologia dinamica; i Sirha Innovation Awards conferiranno 12 premi nelle categorie prodotti/bevande/ingredienti per la ristorazione, materiali/attrezzature/tecnologie e servizi, ed eco-responsabilità. Sylvestre Refuge saranno i due nuovi concept di ristorazione elaborati in collaborazione con l’Institut Paul Bocuse. Il Campionato Europeo di Zucchero Artistico riunirà 12 candidati intorno al tema “La moda al maschile”; il concorso Rivelazioni premierà il più ispirato tra i giovani architetti e designer mentre, per valorizzare il patrimonio caseario francese, si svolgerà il tentativo di Guinness World Record Pizza ai 1.000 formaggi.

 

I concorsi internazionali

Durante il Sirha si terranno tre eventi di risonanza mondiale: la Coupe du Monde de la Pâtisserie, il Bocuse d’Or e l’International Catering Cup. In quanto al concorso dedicato a Paul Bocuse, si segnalano tra le novità l’attribuzione del Bocuse d’Or Social Commitment Award e, facendo eco ai nuovi modi di ristorazione emersi negli ultimi mesi, il tema Take Away. Per l’Italia l’équipe sarà composta da Alessandro Bergamo, già sous chef del ristorante Cracco; Francesco Tanese (commis), lo chef Lorenzo Alessio (coach) e Filippo Crisci (vice coach), coadiuvati dagli assistenti Noel MogliaGraziano Patanè e Andrea Monastero.

 

Riflettori sulla Coupe

Nell’attesa della Coupe du Monde de la Pâtisserie facciamo il punto su tutte le novità, con un’intervista a Florent Suplisson, direttore degli eventi gastronomici del Sirha, e ripartendo dalla nostra intervista esclusiva con Pierre Hermé (LEGGI QUI).
Al momento sono confermate 20 nazioni che gareggeranno sul tema “Tutta l’arte è imitazione della natura”, tra cui i Paesi Top Francia, Giappone e Italia, e le Wild Cards. La gara avrà una durata di 10 ore, in cui ogni team dovrà mettere a punto 4 entremets al cioccolato, 4 dessert gelato, 10 dessert al piatto, una pièce in cioccolato e una in zucchero. Tra le novità, l’eliminazione della scultura del ghiaccio e dei 12 premi speciali. E così anche il Press Award, consegnato come storica consuetudine da noi di “Pasticceria Internazionale”, viene “congelato”, anche se la nostra testata rimane partner speciale della Coupe. Inoltre, la prova del dessert al piatto coinvolgerà una giuria composta per la prima volta da chef pâtissier di ristorante e chef cuisinier, dal regolamento scompaiono coloranti e additivi e, sulla base dei nuovi criteri e dei nuovi valori della CMP, viene posto attenzione al tema dell’eliminazione dello spreco. Si segnala anche l’istituzione del CIS, ovvero Comité de Chefs Internationaux Consultatifs, composto da un gruppo di professionisti designati come osservatori e consulenti.

 

www.sirha.com

 

 

 

Menù Cucina

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili