Il dolce dei fratelli Pansa dedicato a Salvatore Quasimodo

Zagara Divina è il nuovo dolce firmato dalla Pasticceria Pansa ispirato ai luoghi dell’infanzia di Salvatore Quasimodo

 

Nel comporre i versi del suo Elogio di Amalfi, Salvatore Quasimodo faceva riferimento all’aria profumata di zagara, che respirava affacciato dalle terrazze dell’allora Hotel dei Cappuccini, in Costiera. A quei versi si ispirano i fratelli Pansa, dell’omonima Pasticceria in piazzetta, per la creazione di Zagara Divina.
La nuova monoporzione (ma già anticipano una versione torta disponibile anche sul loro shop online) è composta da un cake alle mandorle di Avola al profumo dei limoni di Villa Paradiso (un paradiso di famiglia con le piante affacciate sul mare, guarda qui), servito al piatto, nel dehor o nella saletta interna, con una quenelle di gelato Crema della Nonna Adriana, una crema cotta a fuoco lentissimo come si faceva un tempo, profumata con bucce di limoni Amalfi e bacca di vaniglia, ed una spennellata di salsa al pistacchio di Bronte. Gli elementi della ricetta compongono anch’essi una “poesia” e ci riportano al “giardino che cerchiamo sempre e inutilmente dopo i luoghi perfetti dell’infanzia”, come scriveva Quasimodo.

Il cortometraggio Eden Ritrovato

Nell’ambito del progetto “All’ombra dei luoghi”, nasce il cortometraggio-spot “Eden Ritrovato”, con un primo ciak per la regia di Biancamaria Savo, a Quasimodo dedicato e con la partecipazione del figlio Alessandro, girato tra i tavoli dello storico locale di Amalfi, luogo preferito dal noto letterato nei soggiorni amalfitani.

Zagara Divina della Pasticceria Pansa di Amalfi.

La ricetta Zagara Divina

Ingredienti per circa 20 monoporzioni

250 g burro
250 g zucchero
400 g farina
5 uova
360 g mandorle
buccia grattugiata di 2 limoni di Villa Paradiso
½ bacca di vaniglia del Madagascar

Macinare le mandorle con la metà dello zucchero in ricetta (125 g); dividere i tuorli dagli albumi, montare il burro con la parte rimanente di zucchero (125 g), limone grattugiato e vaniglia. Aggiungere poco per volta i tuorli, affinché si amalgamino alla perfezione all’ impasto.
Ottenuta la massa montata, inserire la polvere di mandorle (inizialmente macinate) e la farina. Osservare con cura che tutti gli ingredienti siano perfettamente amalgamati all’impasto. Montate gli albumi a neve e incorporarli progressivamente all’impasto.
Riempire stampi da 50 g, precedentemente imburrati, e cuocere per 22 minuti a 170°C. Una volta raffreddati, sformare delicatamente ed impiattare.

Montaggio

Nella nostra pasticceria, la Zagara Divina è presentata con una quenelle di Crema della Nonna Adriana e salsa di pistacchio di Bronte.

 

La Pasticceria Pansa ad Amalfi

Pasticceria Pansa
Amalfi
www.pasticceriapansa.it

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili