Visita anche www.pasticceriainterazionale.com
in 🇬🇧

Bertolini ed Aliberti per Anima e Vertigo

Foto Marco Poderi

All’interno dell’hotel Milano Verticale | UNA Esperienze apre il settimo ristorante fine dining di Enrico Bertolini

 

Per identificare il suo nuovo progetto gastronomico, il settimo sul territorio nazionale e il secondo nel capoluogo meneghino, Enrico Bartolini sceglie due nomi evocativi e ne affida le cure allo chef Franco Aliberti. Anima e Vertigo sono la doppia declinazione del gusto moderno, ristorante gourmet ed Osteria Contemporanea con Urban Garden Bar, situati al piano terreno del 4* Superior Milano Verticale del Gruppo UNA, zona Corso Como.
Lo chef campano, in ultima scena al Tre Cristi, esprime devozione all’ingrediente ed è affiancato dalla brigata che lo segue da sempre. L’anima dei suoi nuovi piatti è la sostenibilità, non solo degli ingredienti, ma anche della filiera. Lo stesso concetto che porta avanti da tempo, anche nel privato con la sua famiglia, ma che ora sviluppa in un’evoluzione di gusto, che fa spazio ad elementi dolci per completare l’experience del piatto. E chissà come sarà il suo piatto chimerico, di cui ci aveva parlato quando era al Tre Cristi e che riproporrà qui, “la classica merenda salata riproposta nella versione dolce, michetta di pasta choux, salame di cioccolato bianco con mirtilli e mandorle, cremoso allo yogurt e limone, acetosella”.
In Vertigo Osteria Contemporanea si può scegliere fra grandi salumi nazionali e altri sfizi, per accompagnare l’aperitivo. Aperta a pranzo e cena, sia per gli ospiti dell’hotel (a cui servirà anche le colazioni) che per gli esterni, dispone anche di un ampio dehors. Anima invece, come in tutti i ristoranti di Bartolini, avrà dieci tavoli gourmet, inseriti in un ambiente dal carattere moderno ma ispirato alla Milano del secondo del Novecento, il tutto curato dallo Studio Vudafieri Saverino.
In cucina, “la scelta ricade su piccoli produttori che lavorano facendo attenzione all’ambiente e al benessere animale, seguiamo la stagionalità degli ortaggi e della frutta, ma anche dei pesci e di alcune tipologie di carni”, spiega Aliberti. La linea è pensata per evitare sprechi e contenere i consumi. Anche la parte dedicata alle tecnologie è pensata secondo i principi di risparmio energetico. Un esempio è la brace, disegnata e prodotta su loro progetto, con una cappa ad acqua che evita la dispersione di fuliggine, per riproporre un tipo di cottura sostenibile, quale la brace.

 

www.gruppouna.it/esperienze/milano-verticale/ristorazione
Ph Marco Poderi

In foto, Piccione arrosto, angostura, carciofo, bacche di goji, Anolini al ragù di coda di manzo in consommè e Una michetta non qualunque.

 

{AG}2021/bartolini_e_Aliberti_new_opening{/AG}

 

 

Articolo precedenteBubble Bignè
Articolo successivoHoplà Professional Easy Top

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili