Un caffè al mese e il racconto della storia del suo produttore

L’iniziativa di Ditta Artigianale per sensibilizzare alla cultura del caffè

 

“La pandemia ci ha portato cambiamenti che abbiamo colto come opportunità per migliorare i nostri processi, potare alcune aree e prenderci cura di noi stessi e delle persone che lavorano con noi”. Francesco Sanapo, alla guida della torrefazione Ditta Artigianale, condivide con i produttori pensieri post-covid e l’idea che “bisogna puntare sull’educazione e sulla diffusione della cultura nel mondo del caffè”. Nasce così l’iniziativa di una selezione di caffè al mese, per scoprire le varietà più pregiate, disponibili online su  www.dittaartigianale.it e presso le caffetterie di Firenze.
Questo viaggio inizia in Honduras, nella Farm Finca El Puente, guidata dalla famiglia Caballero, che coltivano piantagioni di caffè da oltre vent’anni. La consistenza del loro caffè, dal gusto pulito, vanta un elevato mantenimento della qualità durante l’anno di consumo, grazie ad una meticolosa lavorazione del prodotto finale. Tre le varietà proposte, Java, selezione di più varietà etiopi, Geisha, un punteggio in tazza pari a 91 punti SCA e oro alla Cup of Excellence nel 2016, e Mokka, dallo Yemen, tra le più antiche, nota per le sue bacche e per la rotondità del chicco originaria, una mutazione del Typica comunemente coltivata in Brasile e Hawaii.
Ogni caffè racconta una storia. Con questa proposta, Ditta Artigianale racconta di Marysabel Caballero, la quarta generazione di coltivatori di caffè, che decide di diventare una coffee farmer quando era solo una bambina. Eredita dalla mamma l’amore per questo lavoro, la cura delle piante, dal seme all’albero adulto, per mantenere una farm sana e felice. Il marito Moises, laureato in Economia, acquista terreni e si innamora di questo mondo. “Abbiamo imparato negli anni che non c’è un segreto per ottenere una buona qualità del caffè, per noi la qualità è il risultato di un duro lavoro. Ci prendiamo cura di ogni processo fino ad arrivare alla qualità che stiamo cercando, e ancora, non ci fermiamo: ogni anno facciamo le cose meglio, lavoriamo di più, investiamo nella nostra azienda agricola e molino, per avere risultati migliori rispetto allo scorso anno”, spiegano. Possiedono circa 57 varietà diverse di caffè, il raccolto nell’85% è Catuai, ma producono in piccole aree anche Java, Geisha, Pacamara e Moka.
“Nel nostro lavoro mettiamo speranza, impegno e passione. Vi immaginiamo mentre lo preparate, ne assaporate il gusto: è un caffè fatto con amore, pensando a voi che lo consumerete”, spiega Marysabel e aggiunge: “In termini commerciali il caffè è molto sottovalutato, ma quando parliamo di specialty coffee il discorso cambia, pensiamo che il prezzo sia equo sia per noi come produttori che per i clienti”.

www.dittaartigianale.it

Menù Caffè

SCARICA LA RIVISTA GRATUITA

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili