Decretati i vincitori del concorso I PanGiuso di Re Panettone

Re Panettone, la manifestazione che dal 2008 celebra il lievitato natalizio per eccellenza, quest’anno non ha rinunciato a portare a compimento l’atteso concorso I PanGiuso, dedicato al miglior Panettone e al miglior Dolce Lievitato Innovativo

 

Il 28 novembre i giurati si sono riuniti a porte chiuse in un hotel di Milano per valutare gli elaborati dei concorrenti, 28 in tutto provenienti da 10 regioni italiane. Condizione indispensabile per gareggiare: l’impiego di lievito madre e l’assenza di additivi, semilavorati e coadiuvanti tecnologici. Al termine della valutazione sono stati decretati i vincitori, poi annunciati tramite diretta Facebook: Raffaele Vignola (Caffè Vignola di Solofra, Av) con il panettone classico milanese, e Italo Vezzoli (Incroissanteria di Carobbio degli Angeli, Bg) con L’Originale, senza canditi né uvetta ma con gocce di crema al limone. Sono state inoltre assegnate menzioni speciali a Emanuele Comi (Pasticceria Comi di Missaglia, Lc) e Alessandro Slama (Ischia Pane di Ischia, Na) per la categoria Panettone, mentre per la categoria Dolce Lievitato Innovativo le menzioni sono andate a Annibale Memmolo (Pasticceria Memmolo di Mirabella Eclano Av) per Pan Annurca (con ricotta, mandorle, cannella e mela annurca) e Massimo Ferrante (Pasticceria Ferrante di Campomorone Ge) per Caraibi Black (al cioccolato, cocco, ananas candito e rum). Ricordiamo che nel 2019 Ferrante aveva vinto anche la Coppa del Mondo del Panettone a Lugano.
L’organizzatore e ideatore di Re Panettone, Stanislao Porzio, ha ringraziato le aziende sponsor Giuso Guido Molino Dallagiovanna, e ha colto l’occasione per rinnovare l’appello, lanciato nel 2018, a sostenere la candidatura dell’Arte di fare il Panettone a Patrimonio Immateriale dell’Umanità UNESCO, per la quale è in corso una raccolta firme su www.repanettone.it.

 

Rossella Contato

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili