Non chiamatela frolla

È leggera, friabile e assorbe poca umidità. Basta dotarsi di alleati quali modelling e pittura ed esser bravi nel lavorarla: con la Pasta Frolla 3D, Paola Azzolina promette giochi di volume e definizione nei dettagli.
L’intervista la trovate sul n. 311 di “Pasticceria Internazionale”.

Qui potete sfogliare la gallery delle foto eXtra.

{AG}extra_311/chiamatela_frolla{/AG}

Articoli simili