Sirha 2019. Coupe du Monde de la Pâtisserie: cambio ai vertici

Gabriel Paillasson conferirà la presidenza della Coupe du Monde de la Pâtisserie a Philippe Rigollot

Dopo aver fondato la Coupe du Monde de la Pâtisserie nel 1989, Gabriel Paillasson ha dedicato tutta la sua vita alla professione e a questa competizione. In 30 anni, grazie al suo enorme lavoro, ha dato un contributo significativo per rendere questa competizione l’evento mondiale dell’arte della pasticceria e l’ha sviluppata per farla diventare il punto di riferimento per tutti gli chef del mondo.
Già all’età di 14 anni, Gabriel Paillasson si appassionò alla pasticceria. È l’unico chef ad aver ottenuto, prima del suo trentesimo compleanno, il doppio riconoscimento di Meilleur Ouvrier de France nella pasticcieria e nell’arte della gelateria. La formazione è sempre stato un valore caro nel suo animo: ha formato oltre sessanta giovani apprendisti e difeso le sue truppe, come ama dire, per elevare la professione di pasticcere sempre più in alto. Consegnando il timone della competizione più prestigiosa al mondo ad una nuova generazione, oggi il senso di tale passaggio è più che mai al centro delle sue preoccupazioni.

Alla conclusione della finale del 2019, Philippe Rigollot, attuale vicepresidente della competizione e presidente del Comitato Organizzatore Internazionale, diventerà il nuovo presidente della Coppa del Mondo della Pasticceria. Meilleur Ouvrier de France e lui stesso ex vincitore del concorso nel 2005, non c’è dubbio che Philippe Rigollot, grazie alla sua visione, sarà in grado di perpetuare sia l’anima di questa straordinaria competizione che l’evoluzione della professione, naturalmente sotto lo sguardo benevolo di Gabriel Paillasson che resterà comunque sempre molto coinvolto in seno al Club della Coupe du Monde de la Pâtisserie.

 

#cmpatisserie
cmpatisserie.com

 

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili