Lugano si prepara a ospitare la Coppa del Mondo del Panettone nel 2019

L’anno prossimo, dall’8 al 10 novembre, nella città svizzera situata al confine con la Lombardia, si terrà per la prima volta in assoluto un concorso internazionale interamente dedicato ai panettoni artigianali. La paternità dell’idea si deve al maestro pasticciere Giuseppe Piffaretti, consulente di SMPPC, Società Mastri Panettieri Pasticceri Confettieri del Canton Ticino, che curerà l’organizzazione dell’evento.

La Coppa del Mondo del Panettone, a cadenza biennale, si rivolge ai pasticcieri professionisti produttori di panettoni artigianali realizzati con lievito naturale, selezionati dalle federazioni nazionali di pasticceria di tutto il globo. Tre le categorie previste: panettone tradizionale milanese, che avrà il suo momento clou l’ultimo giorno della manifestazione (domenica), la categoria del panettone al cioccolato e quella del panettone decorato.

L’iniziativa è stata annunciata lunedì 19 novembre, a Milano, in occasione di un concorso indetto per eleggere il miglior panettone artigianale spagnolo, riconoscimento assegnato a Jordi Morellò (Pasteleria Ochiai di Barcellona) dalle mani di Oriol Balaguer, vincitore della scorsa edizione e quest’anno componente della giuria, presieduta da Pierpaolo Magni. “La cosa migliore per aumentare la qualità di un prodotto come il panettone è organizzare una competizione”, dichiara Piffaretti, promotore anche di questo concorso, giunto alla terza edizione e organizzato dalla SMPPC in collaborazione con la prestigiosa scuola di pasticceria di Barcellona EPGB tramite Oliver Fernadez e Josè Romero.

Insomma, il panettone ha ormai attraversato i confini nazionali ed è sempre più apprezzato in tutto il mondo. “La sua diffusione sta diventando planetaria – afferma Piff (così lo chiamano tutti), grande esperto di lievito naturale e di panettone, che produce da più di 40 anni -. È giunto il momento di mettere a confronto le diverse culture e proporre un concorso a livello mondiale anche per il panettone tradizionale, come viene fatto per pasticceria, panetteria, gelateria e cioccolato. A Lugano il panettone si fa da più di un secolo ed è proposto tutto l’anno. Ma la ragione secondo me più logica del perché vogliamo organizzare quest’evento: perché non ci ha pensato nessuno prima. Può sembrare una battuta ma è la pura verità”.

Bisogna infine ricordare che la SMPPC, fondata nel 1917 e con una sessantina di membri attivi, è depositaria del Marchio garanzia di qualità SMPPC del panettone artigianale, creato 40 anni fa dallo storico maestro Nereo Cambrosio (venuto a mancare di recente), che per i pasticcieri ticinesi rappresenta l’equivalente del nostro Iginio Massari. Quest’ultimo, tramite audio-messaggio, ha rivolto un augurio ai futuri partecipanti alla Coppa del Mondo del Panettone: “Che vinca il migliore!”.

 

1 Da destra a sinistra: Massimo Turuani (presidente SMPPC), Jordi Morellò (Pasteleria Ochiai di Barcelona) con una sua collaboratrice, Giuseppe Piffaretti (foto: Claudia Vernocchi)

2 La giuria del concorso Miglior panettone artigianale spagnolo, presieduta da Pierpaolo Magni e composta, fra gli altri anche da Andrea Besuschio (foto: Claudia Vernocchi)

 

{AG}gallery/coppa_mondo_panettone_lugana{/AG}

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili