DOLCE ARGENTINA DELLO CHEF MIRKO DI MATTIA

Lo chef Mirko Di Mattia, del ristorante romano Livello1, presenta la ricetta Argentina.
Pasta frolla, gelatina cioccolato e arancia, meringa, crema pasticcera, sfere di mango e semifreddo alla vaniglia

Un omaggio dedicato a sua nonna, Argentina, a cui deve la sua passione per la pasticceria. Il dolce al piatto  ripropone gli impasti che la nonna era solita realizzare.
Foto IBLENDAGENCY

Per la pasta frolla

500 g burro
1.000 g farina
2 g buccia di vaniglia
4 g buccia di limone
4 g buccia d’arancia
8 g sale
200 g uova intere
500 g zucchero a velo

Sbattere il burro con la farina, aromi, sale, unire le uova e di seguito lo zucchero a velo; impastare fino ad ottenere un composto omogeneo e sodo. Cuocere a 150°/160°C in forno ventilato o 170°/180°C in  forno statico, per 20 minuti.

Per la gelatina cioccolato e arancia

400 g succo d’arancia
20 g cacao amaro in polvere
6 g agar agar

Scaldare tutti gli ingredienti insieme all’interno di un pentolino, stendere su teglia e dare la forma desiderata.

Per la meringa

250 g albumi
500 g zucchero a velo

Montare albume e zucchero in planetaria; stendere su silpat la meringa e una volta essiccata polverizzare.

Per la crema pasticciera

2 lt latte
16 tuorli
1 uovo
140 g farina
90 g maizena
400 g zucchero
1 buccia di limone
1 buccia di arancia

Scaldare la panna con metà zucchero e le scorze di limone e arancia. Dentro un recipiente creare la classica pastella con tuorlo, uovo, farina e maizena. Portare il latte a bollore e versare sulla pastella, quindi emulsionare e riportare sul fuoco fino a consistenza.

Per le sfere di mango

100 g acqua
4 g alginato
100 g purea di mango
1,5 g calcio

Sciogliere l’ alginato all’interno dell’acqua, emulsionare il calcio con la purea di mango all’interno di un minipimer. Sferificare il mango all’interno del bagno di alginato e mettere le sfere di mango in un contenitore con dell’acqua.

Per il semifreddo alla vaniglia

1 lt di panna
2 bacche di vaniglia
200 g albumi
150 g acqua
400 g zucchero

Mettere in infusione la panna con la polpa della bacca di vaniglia per una notte. Il giorno dopo schiumare gli albumi, aggiungendo a filo lo sciroppo a 120°C e lasciar montare creando una meringa italiana. Montare la panna con la vaniglia e incorporare nella meringa. Disporre negli stampi con l’aiuto di una sacca da pasticciere e mettere in freezer.

Montaggio

Comporre il dolce al piatto come in foto.

chef Mirko Di Mattia
Ristorante Livello1, Roma

 

ARGENTINA2.jpg

Articolo precedenteLe Violette Candite di Agrimontana
Articolo successivoIn cucina col Molino

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili