Cetara: nasce un’associazione per la DOP delle colatura di alici


Paese che vai, prodotto tipico che trovi a rappresentarlo!
Nel caso della ridente cittadina di Cetara,  un  piccolo borgo marinaro in Costiera Amalfitana che conta 2.345 abitanti, sono sicuramente le alici. In particolare si distingue per la colatura delle stesse e per questo ristoratori, pescatori, armatori e aziende del luogo si uniti in un’associazione per ottenere la Dop per questa antica arte che si tramanda da anni.
Il comitato promotore vede uniti i produttori di colatura di alici (le aziende IASA, Nettuno, Delfino), tre ristoratori di Cetara (San Pietro, Al Convento, La cianciola) e due armatori Cetaresi (Pappalardo Salvatore e Federmar) che hanno compiuto insieme un primo passo concreto che accompagnerà il tipico condimento, ormai noto in tutto il mondo, verso il riconoscimento della Denominazione di Origine Protetta.

Dalla pesca delle alici nel golfo di Salerno fino alle regole tradizionali per la trasformazione delle alici e del recupero del liquido ambrato che segna la tradizione culinaria cetarese: sono questi gli aspetti fondamentali che andranno a costituire il disciplinare di produzione della colatura, strumento indispensabile per difendersi dai numerosi tentativi di imitazione.

Simona Buonaura
   

Menù Cucina

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili