L’eleganza del caffè

 

Sulle colline alle porte del centro storico di Firenze, lo scorso weekend il caffè è stato protagonista esclusivo di un brunch domenicale dal sapore internazionale.
A Villa Cora, residenza aristocratica di fine Ottocento divenuta nel tempo uno dei maggiori simboli mondani e culturali della città, l’eleganza dell’evento è stata nel pregio qualitativo dei caffè specialty scelti nei Paesi di origine, tostati e serviti freschi, e nell’assaggio slow, secondo le più moderne tendenze di consumo internazionali.
Francesco Sanapo ha infatti preparato veri e propri infusi di caffè con metodi innovativi, come il syphon, il v60 e l’ aeropress, che ne risaltano note e sentori.

Gli invitati hanno degustato Guatemala – Finca la Bolsa, presidio Slow Food proveniente dal territorio del Huehuetenango, un caffè naturale le cui ciliegie vengono raccolte manualmente, riposte in ceste di vimini legate ai fianchi; dopo la spolpatura, i grani seccano al sole per almeno tre giorni, continuamente rivoltati con un rastrello. Honduras – Finca Nuevo Amanecer, un caffè coltivato nell’area di Lempira, che ha ricevuto grandi riconoscimenti alla Cup of excellente ed è miglior caffè dell’occidente honduregno. Di grande eleganza, caratterizzato da un mix di note fruttate e un piacevole finale di cioccolato. Infine, Ethiopia – Kochere, della regione di YirgaCheffee, anche questo completamente naturale, coltivato a oltre 1900-2200 m di altezza, con sentori di fragola e mirtillo.

Articolo precedenteBrioche Vegana
Articolo successivoGiuso sostiene il panettone artigianale

Menù Caffè

SCARICA LA RIVISTA GRATUITA

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili