Conto alla rovescia per la prossima edizione 2015 di iba. L’intervista a Dieter Dohr, direttore della fiera.


In occasione della sua ultima edizione nel 2012, si sono riuniti a Monaco di Baviera 70.000 pasticcieri e panettieri provenienti da 164 Paesi diversi; dal 1949 è il salone di riferimento per i comparti panificazione, dolci e snack. Torna quest’anno iba, dal 12 al 17 settembre, a Monaco di Baviera.
Ampia è l’offerta nei settori automazione, ottimizzazione dei processi, confezionamento e ingredienti in cui si articola il salone; le innovazioni ricoprono un ruolo centrale e il visitatore specializzato può assistere a dimostrazioni pratiche di nuove tecnologie, può ricevere consulenza in merito alla soluzione più adatta e conoscenze approfondite grazie al summit B(re)aking Ideas for your Business.

iba è il “connubio tra artigianato e industria e i rami trasversali dell’intero settore”, così la definisce Dieter Dohr, direttore della fiera ed amministratore delegato della società organizzatrice GHM Gesellschaft für Handwerksmessen mbH. A lui abbiamo chiesto di più per scoprire come si articolerà la presenza delle nostre aziende nazionali, le tendenze di consumo e i futuri sviluppi del settore.

 


iba è la principale fiera tedesca per il settore bakery, pasticceria e snack: quale importanza ha oggi per voi la dimensione internazionale?

iba riunisce il mondo di panettieri e pasticcieri. È la fiera delle novità per eccellenza e un’importante piattaforma di dialogo, oltre a determinare le nuove tendenze a livello mondiale.
Circa 1.200 aziende provenienti da tutti i settori pertinenti presentano le proprie innovazioni, senza dimenticare che il 55% degli espositori non proviene dalla Germania. All’iba e con l’iba viene preparato il terreno per l’anno successivo. Chi desidera essere partecipe degli sviluppi del mercato e del settore, chi desidera trovare nuovi modi per soddisfare le esigenze dei propri clienti e chi desidera rendere la propria azienda più sicura per gli anni a venire, non può mancare all’iba. A Monaco di Baviera, rappresentanti di aziende di ogni dimensione, dai panettieri artigianali fino ai leader del mercato a livello internazionale, trovano la soluzione ideale e l’attrezzatura giusta per la propria impresa.

Quali saranno le principali novità di questa edizione?

Sono soprattutto gli espositori a presentare le novità sul mercato, da nuovi procedimenti e nuove macchine, fino a nuove materie prime e ricette. L’iba è la fiera ideale proprio perché offre una molteplicità e specificità dei prodotti unica nel suo genere. Una visita all’iba sostituisce numerosi viaggi informativi. Inoltre, all’interno dei 12 padiglioni sarà presente una serie di nuove piattaforme speciali: SnackTrendS entusiasma con nuove creazioni di spuntini, workshop e infotainment in quantità. I visitatori italiani possono qui scoprire quali spuntini, oltre ad arancini, panzerotti o focacce, vanno ancora forte sul mercato. La nuova esposizione speciale CoffeeWorld, invece, accompagna il visitatore nel mondo del caffè, illustrando il potenziale del piccolo chicco. Un’altra novità è rappresentata da una varietà di strumenti volti a supportare soprattutto i visitatori stranieri presenti. Così, il sito internet della fiera iba contiene, ad esempio, informazioni su Monaco di Baviera, sugli hotel, sui ristoranti e molto altro ancora, offrendo gite nella regione. Un’ulteriore novità è l’applicazione iba, per la preparazione precedente alla fiera, l’arrivo e il periodo della fiera stessa. Questa rende più semplice la pianificazione nel dettaglio: dove trovo quale stand, in quale ordine visiterò i diversi espositori e qual è il percorso migliore attraverso i padiglioni?

Come si articolerà la presenza delle aziende italiane?

L’italiano è una delle lingue più parlate all’iba, posizionandosi nella top 3 dei Paesi espositori e visitatori. Sono già 200 gli espositori italiani che hanno prenotato il proprio spazio, un nuovo record. E Monaco di Baviera, città gemellata con Verona, vale un viaggio per qualsiasi pasticciere o panettiere italiano. Oltre all’ampia gamma di prodotti offerti, invitiamo i visitatori italiani a visite guidate delle panetterie della città. In occasione della fiera scorsa, oltre 700 visitatori specializzati provenienti da tutto il mondo hanno avuto la possibilità di osservare i loro colleghi tedeschi all’opera e sono stati entusiasti di avere l’opportunità di scambiare opinioni e ricevere nuovi stimoli. La città vecchia gode poi di un fascino unico e, dalla fiera, è raggiungibile con la linea metropolitana in 20 minuti. E ci sono musei unici e un’atmosfera particolare, che invitano a un soggiorno prolungato.
Utilizzate uno dei numerosi voli diretti da Roma, Bari, Venezia, Firenze, Milano, Torino o Palermo! Un bus shuttle vi porterà dall’albergo alla fiera in modo rapido e diretto.

Secondo lei quali sono oggi i principali trend a livello di consumi?

Un’importante tendenza è il mercato to-go. Mangiare e bere in qualsiasi luogo e in qualsiasi momento. In Italia, ad esempio, si mangiano tramezzini o pizza, mentre in altri Paesi, wrap o sandwich. Per ogni pasticciere o panettiere è fondamentale avere pronta l’offerta adatta. Tali abitudini alimentari richiedono naturalmente anche soluzioni di igiene e confezionamento adatte. In occasione dell’iba, saranno circa 200 le aziende espositrici a concentrarsi sul settore degli snack.

Altre tendenze sono quelle del pane e dei prodotti da forno come valore aggiunto per la salute. In questo senso, cereali come la quinoa o l’amaranto hanno un ruolo sempre più rilevante. Questi rappresentano un’ottima fonte di proteine e minerali, non solo per coloro che soffrono di intolleranza al glutine, ma anche per il numero sempre crescente di persone che danno importanza a un’alimentazione sana e ricca di sostanze vitali. Queste apprezzano la ricchezza di proteine, vitamine, minerali e fibre di questi cereali. Anche gli sportivi sono attratti dalle caratteristiche citate, utili per aumentare forza e resistenza.

E quali prevede che saranno gli sviluppi futuri più interessanti, oggetto anche del 2° Iba summit “B(re)aking Ideas for your Business”?

Il vertice iba, che si terrà l’11 settembre, un giorno prima dell’inizio ufficiale della fiera, si concentra sul dialogo circa i temi attuali del settore. Relatori di primo piano forniranno una panoramica degli sviluppi del mercato. Bob O’Brien (Stati Uniti) presenterà l’attività panettiera nel mondo, Jonathan Doughty (Regno Unito) porrà invece l’accento della sua presentazione sui 10 highlight futuri del mercato to-go. Interessante sarà anche il rapporto dell’artigiano panettiere francese Eric Kayser, fondatore del franchising di panetterie con maggiore successo al mondo. In occasione di tale vertice è importante per noi anche lasciare spazio e tempo a sufficienza per ampliare e approfondire la propria rete personale.

Menù Pasticceria

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili