Convegno nazionale Gluten free e I Concorso nazionale Qualità gluten free: ricerca e innovazione

Nelle due giornate del 5 e 6 giugno, Roma ospiterà due eventi dedicati ai prodotti gluten free: una giornata congressuale presso l’Aula Magna della Facoltà di Farmacia e Medicina de La Sapienza e la prima edizione del Premio Gianni Tomassi presso il Tempio di Adriano.
Recenti dati epidemiologici indicano che l’1% della popolazione italiana è affetta da celiachia e si stima che molti soggetti possano essere affetti da altre patologie glutine correlate, sebbene difficoltà diagnostiche non permettano ancora di quantificarne il numero. Le patologie correlate con l’assunzione di glutine costringono ad escludere dalla dieta i derivati del frumento,
rinunciando così alla principale fonte di carboidrati della tradizione mediterranea;per questo motivo l’intera industria alimentare porta avanti attività di ricerca con l’impegno volto alla formulazione e alla promozione di alimenti gluten-free di alta qualità organolettica e salutistica presso i pubblici esercizi.
Entrambi gli appuntamenti segnano il punto nel più ampio ambito di riflessione ed intervento scientifico dedicato alla nutrizione gluten free,
definito anche dal nuovo quadro normativo (Reg. 609/2013) che impone un processo d’innovazione di prodotto e dei servizi alimentari per incrementare la compliance della dietoterapia e migliorare la qualità della vita dei soggetti celiaci.
Il Convegno nazionale Gluten free si ripropone di determinare obiettivi di miglioramento della qualità degli alimenti senza glutine e dei servizi distributivi, raccogliere le indicazioni di consumatori e individuare le strategie per il miglioramento dei processi di produzione.
Il Concorso nazionale Qualità gluten free: Ricerca e Innovazione, premio intitolato alla memoria del Prof. Gianni Tomassi, già presidente dell’allora Istituto Nazionale della Nutrizione oggi CRA-NUT, verterà sulla qualità sensoriale nutrizionale e di servizio dei prodotti gluten-free e delle attività di ricerca applicata nel settore. La commissione di valutazione del premio è composta da rappresentanze dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, dell’Università della Tuscia, della Camera di Commercio di Roma,e del CRA-Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura, del MIPAF. Partecipano al concorso 82 prodotti di 25 aziende specializzate nel settore, di cui 20 nella categoria ricerca e innovazione.

 

 

Articolo precedenteChocoHot-One e ChocoHot-Two
Articolo successivoIndagare il sapore nell’arte

Menù Cucina

ACQUISTA I LIBRI SULLO SHOP

Articoli simili