Rubriche  L'esperto on-line

 



  torna all'Esperto on-line
 
Frolla
 

Alessandra Gemignani - Consulente del lavoro
Buonasera,
ho avuto una discussione con mia sorella a proposito della preparazione della pasta frolla:
io sostengo, come mi hanno insegnato quando ero ragazza, che il burro deve essere freddo, che la lavorazione deve essere rapida usando la punta delle dita; poi la pasta prima di stenderla deve essere fatta riposare coperta con un canovaccio in frigorifero per almeno mezz' ora.
Al contrario, mia sorella sostiene che non è necessario avere queste attenzioni ma basta, una volta stesa la pasta e messa nella teglia, riporre il tutto in frigo. Qual è il procedimento corretto?
La ringrazio anticipatamente per una Sua gentile risposta. Alessandra


Ciao Alessandra,
la pasta frolla al momento dell'impastamento necessita di molte attenzioni, meno si lavora maggiore sarà la sua friabilità. Non deve assolutamente diventare elastica! Saluti

Alessio Paoloni - Impiegato
Salve maestro,
una domanda stupidissima: non faccio mai crostate di marmellata ma ho dovuto farla perché me l'hanno ordinata. Mi succede una cosa strana, dopo 5/10 minuti che la marmellata è in forno si forma una pellicina in superficie e sotto tutto liquido. Le ho provate tutte, ho usato vari tipi di marmellata, da quella con zucchero al 60% fino a 30%, poi ho fatto una cottura in bianco della frolla e messo la marmellata gli ultimi 10 minuti, e devo dire che con quest'ultimo tentativo è andato meglio. Insomma, come si fa una buona crostata di marmellata?


Ciao Alessio,
il problema è innanzitutto il tipo di addensante che viene utilizzato nelle confetture, spesso non adatte alla cottura. L'unica cosa è metterla meno possibile a contatto con il calore del forno. Saluti


 


Contattaci - Pubblicità - Coordinamento sito